Amministrazione trasparente

Con il termine Trasparenza si intende l’accessibilità totale di tutte le informazioni concernenti l'organizzazione, gli andamenti gestionali, l'utilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali e dei risultati, l'attività di misurazione e valutazione, per consentire forme diffuse di controllo interno ed esterno sul modo di gestione della “cosa pubblica”.

La trasparenza amministrativa consiste, dunque, nell'assicurare la massima circolazione possibile delle informazioni sia all'interno del sistema amministrativo, sia fra questo ultimo ed i cittadini e non è più considerata nei ristretti termini di diritto di accesso ai documenti amministrativi, qualificato dalla titolarità di un interesse e sottoposto a specifici requisiti e limiti.

In questo modo si permette a ogni cittadino di conoscere le attività della Pubblica Amministrazione e viene anche sollecitata e agevolata la partecipazione e il coinvolgimento della collettività in quello che è il buon andamento dei servizi pubblici e della gestione delle risorse.

L’accesso trasparente a tutte le informazioni sull’attività dell’Ente consente, dunque, al cittadino di esercitare in maniera consapevole i propri diritti civili e politici.

Nell’era di internet trasparenza e accessibilità non possono che essere legate alla comunicazione attraverso il web. La pubblicazione delle varie attività sui siti istituzionali, quindi, diventa la modalità principale di circolazione delle informazioni, normata da:

  • Legge 18 giugno 2009 n. 69, art. 21
  • D.Lgs. 27 ottobre 2009 n 150, art. 11
  • Delibera CIVIT 105/2010
  • CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale)
  • L. 190/2012 detta "Anticorruzione"
  • D. Lgs. 33/2013

In particolare il D. Lgs. 33/2013, che detta disposizioni in merito al "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicita', trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni", rappresenta un proseguimento nell’opera intrapresa dalla L. 190/2012 (anticorruzione) e ha come obiettivi fondamentali:

  • Favorire la prevenzione della corruzione
  • Attivare un nuovo tipo di “controllo sociale” (accesso civico)
  • Sostenere il miglioramento delle performance
  • Migliorare l’accountability dei manager pubblici
  • Abilitare nuovi meccanismi di partecipazione e collaborazione tra PA e cittadini

All'art. 9 il Decreto prevede la creazione di un'apposita sezione denominata «Amministrazione trasparente», al cui interno sono contenuti i dati, le informazioni e i documenti pubblicati ai sensi della normativa vigente. 

 

Sezione in fase di costruzione.